Unità Cinofile

 

 

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO
“SEZIONE SALVAMENTO”
SETTORE
“UNITÀ CINOFILE DI ASSISTENZA AI BAGNANTI”

 

 

 

- Informazioni

 

NOME COGNOME TELEFONO EMAIL
Lorec Feleqi 328 2512223 lorencfeleqi@libero.it
Fabrizio Pantaleo 347 5761130 p_fabrizio@libero.it

 

 

- Modulo Richiesta Partecipazione al Corso

 

 

 

 

Regolamento

 

Art. 1
La FIN (Sezione Salvamento) provvede con la struttura centrale e periferica all'organizzazione dei corsi di formazione ed aggiornamento delle Unità Cinofile.
Son previsti i seguenti corsi di specializzazione:
a. Unità Cinofile di Assistenza ai Bagnanti FIN;
b. Istruttore di Unità Cinofile di Assistenza ai Bagnanti FIN.
c. Ai corsisti è rilasciato il brevetto dalla FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO – Sezione Salvamento.


Art. 2
Per Unità Cinofila si intende il binomio Cane-Conduttore.
Il conduttore è il solo responsabile legale di tutte le attività del cane.


Art. 3
CORSO PER UNITA’ CINOFILE DI ASSISTENZA AI BAGNANTI
La partecipazione al corso, è subordinata al possesso dei seguenti requisiti:


A: requisiti di partecipazione al corso per il Conduttore sono:
· aver compiuto 18 anni di età;
· essere in possesso del brevetto di Assistente Bagnanti IP o MIP in regola con il tesseramento della F.I.N. – Sezione Salvamento;
· non aver riportato condanne penali per il maltrattamento di animali;
· avere in atto una polizza assicurativa, per la Responsabilità Civile del cane in conduzione;
· aver sottoscritto, prima dell’inizio dello svolgimento delle attività didattiche e/o valutative della F.I.N., una specifica Dichiarazione per l’ Assunzione di Responsabilità, ai sensi dell’Art 2052 del C.C. riguardanti eventuali danni arrecati, dall’Unità Cinofila a persone e/o cose anche durante lo svolgimento delle stesse attività;
· dimostrazione di effettiva proprietà del cane da parte del conduttore, (convivente, familiare, o semplicemente conoscente) a mezzo di autocertificazione attestante la “proprietà indiretta” e il grado di parentela o conoscenza che c’è con il vero proprietario reale e l'assunzione di responsabilità in caso di evento (Responsabilità Civile);
· conoscenza Bio-fisiologica del cane.


B: requisiti di partecipazione al corso per il cane sono:
· idonee caratteristiche fisiche allo svolgimento delle attività, (corsi aperti a qualsiasi razza ad esclusione dei soggetti inclusi nelle vigenti norme di legge, relative alla tutela dell'incolumità pubblica e riguardante l'aggressione dei cani, emanate dai Ministeri competenti);
· essere in possesso di documento di riconoscimento e/o Passaporto Europeo con chip leggibile;
· età non inferiore a 12 mesi alla data dell’inizio del corso;
· certificato di buona salute rilasciato dal veterinario, su apposito modulo allegato;
· presentazione di autocertificazione atta ad escludere interventi riguardanti gli apparati: Respiratorio, Cardiaco/Circolatorio e Ortopedico (segnalare l’eventuale presenza di particolari patologie), Patologie degli occhi, etc.;
· vaccinazioni in regola con l’età del soggetto.


C: requisiti di partecipazione al corso dell'Unità Cinofila, sono:
· Possedere una “obbedienza di base buona” in relazione con il proprio conduttore (entrambi devono dimostrare di avere una“attitudine al lavoro in ambiente acquatico”).
· Stato di buona salute (presentazione di copia delle analisi Virologiche del sangue in riferimento minimo a Babesiosi, Erlichiosi, Riccheziosi, Leismaniosi, Filariosi, non antecedenti a 90 gg prima dell'inizio del corso, in riferimento alla incolumità sanitaria dei candidati partecipanti sani).
Possano inoltre essere esclusi dal corso, tutti i soggetti che risultino essere:
· Portatori di malattie virali, (Babesiosi, Erlichiosi, Filariosi, Leismaniosi, Ricziosi, a discrezione del medico veterinario competente);
· malattie infettive ( Dermatiti , Rogne ed altre patologie);
· visibilmente non idonei allo svolgimento delle attività (infortunati o con problemi ereditari);
· in gravidanza;
· affetti da patologie cardiache, oculari e ortopediche e/o presentano amputazioni di arti, a discrezione del veterinario;
· non in regola con le vaccinazioni di legge.

Sono esclusi, altresì, dalla prova di ammissione, dal corso e dalla prova di esame tutti i candidati conduttori che dimostrano violenza e/o coercizione nei confronti del cane proprio e/o altrui.

 

Art. 4
Prova di Ammissione
Tutte le Unità Cinofile devono superare una prova di ammissione alle attività formative.
Le modalità e procedure sono stabilite al successivo Art. 14.

 

Art. 5
Corso per Unità Cinofila di Assistenza ai bagnanti
Il Corso per Unità Cinofile di Assistenza ai Bagnanti consiste in attività formativa teorica e pratica e si conclude con una prova finale di valutazione.
Il Corso ha una durata minima di 70 ore delle quali 20 teoriche e teoriche-pratiche e 50 pratiche.
Il percorso formativo prevede il seguente piano di studio:
· Presentazione del corso e del programma didattico;
· Legislazione;
· Nozioni di Primo Soccorso Veterinario;
· Linee guida di salvamento acquatico per Assistenti Bagnanti; aggiornamento ;
· Teoria di formazione cinofila in ambiente acquatico;
· Esercitazioni di Unità cinofila a terra;
· Esercitazioni di Unità cinofila in acqua;
· Prove su Imbarcazione con Unità Cinofile.

 

Art. 6
La Commissione della prova d’esame finale del Corso Unità Cinofile di Assistenza ai Bagnanti è composta da almeno:
· un rappresentante della Capitaneria di Porto-Guardia Costiera;
· il Presidente del Comitato Regionale competente o suo delegato, con funzione di Presidente;
· il Coordinatore del corso;
· il Coordinatore Nazionale della Formazione delle Unità Cinofile di Assistenza ai Bagnanti FIN o suo delegato;
· il Fiduciario Regionale o suo delegato.

 

Art. 7
I Corsi per Unità Cinofile di Assistenza ai Bagnanti sono organizzati, secondo il piano di studi approvato a livello nazionale, di cui all’art. 14, a livello Nazionale dalla Sezione Salvamento Centrale e dal Comitato Regionale territorialmente competente.

 

Art. 8
I Corsi per Unità Cinofile di Assistenza ai Bagnanti FIN, sono organizzati dai Comitati Regionali con le seguenti modalità:
Il Comitato Regionale avanza alla Sezione Salvamento Centrale la richiesta di organizzare un Corso presentando il piano di studio e l’elenco dei docenti, la data e la sede del corso, la data della prova d'esame finale e la composizione della commissione.
La Sezione Salvamento Centrale, esaminata la conformità della documentazione, autorizza il Corso, la Prova d’esame finale, e provvede alla nomina del Commissario d’esame (Coordinatore Nazionale della Formazione delle Unità Cinofile di Assistenza ai Bagnanti FIN, o suo delegato).

 

 

 

 

Art. 14
PERCORSI DIDATTICI CORSO PER UNITA’ CINOFILE DI ASSISTENZA AI BAGNANTI

 

A: PROVA DI AMMISSIONE AL CORSO
La prova di ammissione da effettuarsi all’inizio del corso, in presenza di due Istruttori di Unità Cinofile F.I.N., deve valutare il possesso dei requisiti necessari all’Unità Cinofila per la partecipazione in piena sicurezza.
La prova di ammissione prevede:
· Identificazione a mezzo microchip del cane;
Esercizi di:
· Condotta a terra con e senza guinzaglio;· Principali comandi di obbedienza generale, direzioni comprese;
· Aggregazione con altri soggetti (cani) presenti al corso per la formazione dei gruppi di lavoro;
· Nuoto conduttore con cane;
· Reazione alle principali distrazioni di spiaggia;
· Valutazione delle capacità nel lavoro (singolo e di gruppo);
· Manipolazione, reattività ai comandi, piacere nel lavoro.
L'Unità Cinofila deve dimostrare un buon affiatamento di coppia, compresa una buona obbedienza di Base del cane, un buon controllo durante le attività a terra ed in acqua.
L’esito è comunicato, alla conclusione della prova dal coordinatore del corso ad ogni singolo conduttore.

 

B: PIANO DI STUDIO DEL CORSO
Il Corso per Unità Cinofile di Assistenza ai Bagnanti FIN, prevede attività formativa teorica, teorico-pratica e pratica.
E’ strutturato in due sessioni e prevede il superamento di una valutazione scritta intermedia, da effettuarsi alla conclusione della prima sessione, nonchè un esame finale scritto, teorico e pratico alla conclusione della seconda sessione.
Il Corso ha una durata minima di 70 ore, delle quali 20 teoriche e 50 teorico-pratiche e pratiche, a terra ed in acqua.

 

Il Piano di studio è così articolato:

 

Teoria (20 ore)
01 ora Presentazione, obiettivi e finalità del corso;
Concetti generali di cultura cinofila e canoni di divulgazione;
02 ore Legislazione di riferimento riguardante maltrattamento animale;
02 ore L’ambiente acquatico, la sicurezza con il cane, la prevenzione di incidenti;
Il soccorso con Unità Cinofile di Assistenza ai Bagnanti FIN;
Reale utilizzo delle Unità Cinofile di Assistenza ai Bagnanti FIN.
01 ore I dispositivi di protezione individuale e dotazioni necessarie per l'impiego del cane;
01 ore Principali caratteristiche morfologiche e ruolo del cane nell’Unità Cinofila di Assistenza ai Bagnanti;
05 ore Relazione personale del conduttore sul rapporto con il proprio cane, e sistemi per il miglioramento del rapporto dell'unità cinofila proiezione materiale didattico;
02 ore Cenni dei principali comportamenti canini;
02 ore La comunicazione uomo-cane;
04 ore Aspetti generali di veterinaria (anatomia canina e primo soccorso).Pratica a terra (23 ore)
02 ore Richiesta di “attenzione”;
01 ora Corretto utilizzo dei Rinforzi a disposizione del conduttore;
01 ora Condotta al guinzaglio , incluse cause di distrazione;
01 ora Cane affidato a terzi e cambio conduttore;
02 ora Valutazione degli scenari in caso di impiego e cenni dei Principali “nodi di sicurezza” per le attività con il cane e materiali da impiegare;
01 ora Comuni distrazioni di spiaggia;
02 ore Progressione su terreni impervi, e superamento di ostacoli naturali e non (esempi: asciugamani, ombrelloni e scogliere da attraversare);
01 ora Condotta mano destra, e dietro;
02 ore Sequenza esercizi a terra di obbedienza generale:
seduto, fermo, resta, direzioni, passo, invio, condotta, altri comandi;
01 ora Richiamo primi cenni
02 ore Verifica ed esecuzione degli esercizi appresi con situazione di distrazione comune e principali fattori di de-concentrazione in spiaggia (cosa può distrarre il cane) con successivo recupero del controllo del cane;
01 ora Cane in sicurezza e sotto controllo vicino ai propri simili
01 ora Prendi (a terra);
01 ora Obbedienza a distanza (accenni);
01 ora Condotta con e senza guinzaglio in autonomia;
01 ora Progressione a terra e su terreni impervi perfezionamento;
01 ora Principali esercizi, specifici per il de-faticamento (stretching) della muscolatura del cane;
01 ora Considerazioni sul lavoro dell’U.C. In presenza di odore o di un soggetto in stato di Estro e relativa condotta (quando possibile ed in piena sicurezza).

 

Pratica in acqua (15 ore)
02 ore Approccio all’acqua, gioco e preparazione al lavoro.
02 ore Nuoto con il cane e riporto di oggetti a terra;
01 ora Obbedienza in acqua e nuoto senza intralcio al conduttore;
01 ora Invio in avanti cenni e progressione di lavoro;
01 ora Progressione tecnica per il controllo a distanza a terra ed in acqua;
02 ore Tecniche di entrate in acqua, tuffi, e prevenzione incidenti;
02 ore Utilizzo da parte dell’unità cinofila delle principali attrezzature di soccorso acquatico;
01 ora Apporto in acqua e progressione didattica;
02 ore Recupero di un pericolante da soli e/o in equipe, e totale rispetto della ripartizione dei compiti durante le fasi di soccorso;
01 ora Nuoto ed esercizi con più cani, controllo degli stessi in ambiente acquatico.

 

Pratica su Imbarcazione con cane al seguito (12 ore)
· Salita e discesa dall'imbarcazione e/o dal molo di imbarco in obbedienza;
· Imbarco e sbarco dell'unità cinofila in obbedienza;
· Verifica delle dimensioni dell'imbarcazione se adatta all'Unità Cinofila FIN e presidi di ausilio al cane per tutte le attività specifiche;
· Posizione di sicurezza sull'imbarcazione;
· Imbarco e sbarco di materiale di soccorso durante le manovre in acqua;
· Gestione della posizione sull'Imbarcazione dell'Unità Cinofila FIN;
· Voga, 2 persone, cane a bordo e verifica della reale utilità ;
· Simulazione di Intervento dall'Imbarcazione e Caso reale;
· Tuffo dall’imbarcazione e nozioni di sicurezza a bordo della stessa;
· Gestione degli spazi di bordo;
· Verifica a bordo delle attività e delle capacità reali del soggetto in valutazione;
· verifica a bordo di spazi vitali utili al cane.

 

 

C: ESAME FINALE DEL CORSO
L'esame di verifica finale prevede, a discrezione del coordinatore-responsabile del settore, l'esecuzione dei principali esercizi di soccorso in acqua, articolati su:
· Prova scritta, questionario di valutazione con domande a risposta aperta e chiusa;
· Colloquio teorico, sulle materie di insegnamento;
· Prova pratica, dimostrazione degli esercizi effettuati durante le attività formative, con una sessione di “attività pratica” e “gestione pratica” del cane.

 

 

Login

Effettua il login o registrati
per accedere ai servizi extra
hai perso la password?

fotogallery

FinalFour u15 AN PUGLIA PRIMA CLASSIFICATA bis FinalFour u15 AN PUGLIA PRIMA CLASSIFICATA FinalFour u15 PREMIAZIONE AN PUGLIA
FinalFour u15 VITO MASCIOPINTO CAPITANO AN PUGLIA FinalFour u15 RN CROTONE SECONDA CLASSIFICATA FinalFour u15 PREMIAZIONE RN CROTONE 2 FinalFour u15 PREMIAZIONE RN CROTONE
FinalFour u15 PREMIAZIONE ANACLERIO FinalFour u15 premiazione DE CUIA FinalFour u15 WP BARI TERZA CLASSIFICATA FinalFour u15 premiazione WP BARI
FinalFour u15 AN PUGLIA-CROTONE 9 FinalFour u15 AN PUGLIA-CROTONE 8 FinalFour u15 AN PUGLIA-CROTONE 7 FinalFour u15 AN PUGLIA-CROTONE 6
FinalFour u15 AN PUGLIA-CROTONE 5 FinalFour u15 AN PUGLIA-CROTONE 4 FinalFour u15 AN PUGLIA-CROTONE 3 FinalFour u15 AN PUGLIA-CROTONE 2


Circolari GUR


corso per bagnanti


corso per istruttori