nuoto

29 Jul/ Il Mondiale dei Pugliesi: Da Elena di Liddo a Marco de Tullio con Benedetta Pilato regina della Rana!

 

Un Mondiale da incorniciare, un Mondiale così era lontano dalle più rosee previsioni, un Mondiale da capogiro per la nostra Puglia che nuota, un Mondiale imprevedibile per tutti....

Ma non per noi ..... che abbiamo vissuto fianco a fianco ogni giorno sul piano vasca durante gli allenamenti, sugli spalti durante le gare, sui social nel commentare le foto dei nostri amati "catturatori di emozioni" Fabrizio de Serio, Gennaro Ciavarella, Leo Muscara e Alan De Rose...

 

Noi che abbiamo percepito le ansie, le gioie, le emozioni, le delusioni, le sconfitte, le vittorie dei "nostri" ragazzi...

 

Si.... "nostri" perché la Puglia, la Puglia che nuota, ha una caratteristica che forse ci rende unici in tutto il panorama natatorio nazionale... 

Siamo tutti uniti nel sostenere i "nostri" ragazzi che gareggiano in Nazionale, non esistono colori, bandiere, società, sono solo PUGLIESI!

 

Abbiamo la capacità di emozionarci fino alle lacrime quando scorrono le immagini sugli schermi televisivi da 70" fino allo schermo dello smartphone nel seguire le gesta di Elena, Marco, Luca, Erika, Ginevra, Elisa, Rita Maria, Michele, Christian, fino ad esplodere di gioia quando una quattordicenne dai capelli bicolore, che abbiamo visto per primi a 10 anni esprimersi da Esordiente A con tempi da Assoluti, vincere una medaglia d'Argento ad un Campionato del Mondo dall'altra parte del globo, alzandoci alle 3 di notte per sostenere i nostri "ragazzi" come se fossero i nostri figli.

 

La Puglia che nuota ha ottenuto la consacrazione definitiva di essere un "laboratorio" delle eccellenze, la "California del nuoto!" come battezzata dal Direttore di Swimbitz.it Christian Zicche, un esempio da seguire di organizzazione, come scriveva dopo il Trofeo delle Regioni Esordienti A qualche anno addietro Corrado Sorrentino di SwimmingChannel.it.

 

Ma noi lo sapevamo, noi che viviamo questo sport con passione e con amore per i nostri atleti, consapevoli di avere in casa grandi allenatori, oggi celebriamo Raffaele, Vito e  Daniele, coloro che hanno saputo costruire non solo atleti ma soprattutto ragazzi e ragazze consapevoli di essere diventati esempi per le generazioni attuali e future, forti dentro e fuori dall'acqua, studenti eccellenti e compagni ideali per i propri amici, ma dobbiamo dire grazie anche a Claudia, Domenico, Cecilia, Fabrizio, Sandro, Michele, Antonio, Marilena, Valentina, Oronzo, Mario, Carlo, Dario e tutti gli altri coach che dalla Capitanata al Salento mettono anima e cuore per raggiungere questi magnifici traguardi.

 

  

Noi eravamo certi di arrivare a questo, perché abbiamo un Comitato Regionale competente e serio, con un Presidente come Nicola Pantaleo che non fa mai mancare il proprio apporto e supporto a tutto il movimento... i numeri parlano chiaro... siamo una "squadra fortissima"....

 

Noi eravamo certi dei risultati perchè il sottoscritto ha colleghi come Patrizia, Antonella, Raffaele, Mino, Enzo, che hanno sempre creduto in noi,  concedendoci lo spazio sulle testate giornalistiche regionali e nazionali,  aiutandoci a far crescere il movimento anche agli occhi di chi del nuoto non lo segue.

 

 

 

Un Mondiale che resterà nella storia perchè Benedetta Pilato, brava a mantenere la concentrazione per tutta la manifestazione, scendendo in acqua nella penultima giornata e sfoderando in batteria il nuovo record italiano nei 50 rana, prima donna sotto i 30", perché nonostante affermi di nuotare meglio il mattino ha vinto la sera l'argento nei 50 rana, battuta solo la Lilly King, campionessa in carica e primatista mondiale in 29"40, nonché iridata e olimpica nei 100, e battendo Yuliya Efimova (vice campionessa mondiale e campionessa europea, sul podio iridato della specialità dal 2009 e a Gwangju già oro nei 200 e argento nei 100).

 

Un Mondiale che resterà nella storia perché Elena di Liddo si è consacrata definitivamente come la miglior delfinista in Italia e tra le migliori al Mondo, conquista il quarto posto nei 100 farfalla e stabilisce il nuovo record italiano sulla distanza, è protagonista in tutte le staffette della Nazionale conquistando con il team Italia con veemenza e determinazione  i pass per le prossime Olimpiadi di Tokio 2020.

 

In Mondiale che resterà nella storia per Marco de Tullio, matricola iridata, che sfoggia un 400 stile da urlo che lo consacra al 5° posto finale, miglior prestazione di sempre in Europa e degno erede del suo compagno di stanza Gabriele Detti, "preoccupato" di come Marco scenda al ritmo di 2/3 secondi sotto il suo personale ogni volta che c'è da fare sul serio.

 

Un Mondiale da celebrare a Roma, dal 1 al 7 agosto prossimi in occasione dei Campionati Italiani di Categoria Juniores, Cadetti ed Assoluti prima e ragazzi poi, alla presenza di tutti gli artefici dei grandi successi della nostra amata Puglia!

 

Stefano Palazzo

 

Responsabile Comunicazione

 

Settore Nuoto Agonistico

 

Login

Effettua il login o registrati
per accedere ai servizi extra
hai perso la password?

fotogallery

Chiara Tarantino bronzo staffetta 4x100 mixed mondiali juniores 2019 Erika Gaetani Bronzo 200 dorso Mondiali Juniores 2019 locandina taranto swimming race 2
Locantina taranto swimming race 1 Nando Pesci Pallanuoto Locandina campionati Italiani Estivi 2019 quotidianodelsudedpuglia22-07-19
Gazzetta del Mezzogiorno 10-07-2019 gaetani-pilato kazan 2019 team puglia kazan 2019 Bari-Taranto u13
Waterpolo Bari prima classificata Final Six under 13 2019 Baux Mediterraneo Taranto seconda classificata Final Six under 13 2019 Fimco Sport terza classificata Final Six under 13 2019 Patrizia Zappatore premia Michele Misceo
Patrizia Zappatore premia Giuseppe Cautilli Premiazione Andrea Liso per Pasquale Cascone I consiglieri regionali FIN Massimo Donadei e Giovanni Tau wp1-mediterraneo 9


Circolari GUR


corso per bagnanti


corso per istruttori